The home of Eurovision lyrics

Song Information
Music: Marco Mengoni, Dario Faini, Piero Romitelli
Lyrics: Marco Mengoni, Dario Faini, Piero Romitelli

Italian
Sai che musica è il dolore?
Sai che musica è il rumore?
Sai che cosa c’è? Sto bene
Sai che cosa c’è? Sto male

Non mi chiederai permesso
Se è concesso

Lascio al tempo le promesse
Lascio a te le tue certezze
La chitarra sopra il letto
I versi che non hai mai scritto

Non ti chiederò permesso
Preferisco bruciarmi da solo
Che assecondarti adesso

Dove sei? In che parte del mondo?
Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo
Troverai l’equilibrio che cerco
Oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei

Non vorrei, non vorrei
Ma che fretta hai di capire cosa siamo noi?

Non ti resta che il rumore
Io che non so dargli un nome
E il tuo cuore scivoloso
non mi resta che poterci pattinare, pattinare

Tu in un angolo sola
Ed io non ti riconosco

Dove sei? In che parte del mondo?
Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo
Troverai l’equilibrio che cerco
Oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei

Non vorrei, non vorrei
Ma che fretta hai, di capire cosa siamo noi?
Di capire cosa siamo noi
Di capire cosa siamo noi

Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo
Inventerai l’equilibrio che cerco
Oppure lo troverai in ogni dubbio che sei

Non vorrei, non vorrei
Ma che fretta hai? Tu sai già che cosa siamo noi

Translation
You know music is the sorrow?
You know music is the noise?
You know what? I’m fine
You know what? I’m not

You ask me for permission
If it’s allowed

I leave promises to time
I leave you your certainties
The guitar on the bed
The lyrics I’ve never written

I won’t ask you for your permission
I’d rather burn myself
Than pander to you now

Where are you? Where in the world?
Or maybe you’re still here but I don’t notice it
You will find the equilibrium that I’m searching for
Or you will discover it in every doubt that you are

I wouldn’t, I wouldn’t want to
But why the rush of understanding what we are?

You have nothing but the noise left
me that I can’t call it any names
And our slippery heart
I have nothing left but to skate, skate on it

You in a corner alone
I can’t recognize you

Where are you? Where in the world?
Or maybe you’re still here but I don’t notice it
You will find the equilibrium that I’m searching for
or you will discover it in every doubt that you are

I wouldn’t, I wouldn’t want to
But why the rush of understanding what we are?
Of understanding what we are
Of understanding what we are

Or you’re still here but I can’t notice it
You will make up the equilibrium I’m searching for
Or you will find it in every doubt that you are

I wouldn’t, I wouldn’t want to
But why the rush? You already know what we are

Marco Mengoni’s Eurost☆r Page

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Visitors from around the world

free counters